Sei incinta!

A man and a woman hug as they look at a positive pregnancy test

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente hai appena scoperto di essere in lieta attesa. In tal caso, congratulazioni! Avere un bambino è una grande occasione, che si tratti del primo o di essere già una vera esperta. A prescindere dal tuo livello di esperienza, abbiamo pensato di raggruppare alcuni consigli per aiutarti lungo il cammino.

1. Gravidanza: medici, ostetriche ed ecografie

Per iniziare, concentriamoci sugli aspetti ufficiali. Questa sezione è dedita al lato medico della gravidanza, ovvero a cosa fare e a cosa aspettarsi. 

Informare il medico della gravidanza

Il primo grande passo da compiere quando scopri di essere incinta è informare il tuo medico di famiglia. A questo punto, si mette in moto tutto il resto: ecografie, controlli, supporto addizionale e persino gli integratori da prendere. Non c'è dubbio: sembrerà tutto molto più realistico e potrai cominciare a programmare il resto.

È importante informare il tuo medico non appena il test di gravidanza risulta positivo. La tua tempestività di azione accelererà anche la segnalazione a un'ostetrica per cominciare a monitorare la tua gravidanza. Non sarà possibile calcolare la data di nascita del bambino fino all'ecografia della dodicesima settimana, ma potrai cominciare a incamminarti lungo questo nuovo sentiero. 

Ecografie e test di screening

Saprai già che la gravidanza prevede una grande quantità di controlli e appuntamenti in vari momenti. Provare una certa apprensione è perfettamente comprensibile, ma fa parte integrante dell'esperienza.

Gli appuntamenti salienti sono:

  • Ecografia della dodicesima settimana o di ‘datazione’
  • Ecografia della ventesima settimana o di ‘metà gravidanza’
  • Controlli pre-parto con l'ostetrica di circa uno al mese

Alcune persone si ritrovano a fare più visite con medici e ostetriche per svariati motivi di salute. Sarai, comunque, informata in merito al numero di appuntamenti previsti durante la gravidanza.

Classi antenatali

Se hai visto episodi di sitcom che mostravano una donna incinta, avrai già un'idea di cosa prevede una classe antenatale, ovvero gruppi di persone nervose raggruppate insieme, che guardano video terribili sul parto e respirano affannosamente. La realtà è meno intimidatoria.

Le classi antenatali sono un'opportunità fantastica per scoprire nuovi fatti sul bambino e sviluppare la fiducia necessaria per affrontare il parto e tutto il resto. La maggioranza delle classi iniziano nel periodo precedente alla data di concepimento, solitamente 8-10 settimane prima, anche se i tempi potrebbero essere più precoci in caso di gemelli o multipli. Si tengono una volta a settimana e durano una o due ore. Tra gli argomenti trattati figurano:

  • Come rimanere sane e attive durante la gravidanza
  • Gli effetti emotivi della gravidanza, del parto e oltre
  • Travaglio e parto
  • Sollievo dal dolore e suggerimenti di relax durante il travaglio
  • Cura del bambino

Le classi antenatali sono offerte gratuitamente dal sistema sanitario, ma sono disponibili anche opzioni private a pagamento. 

A pregnant woman feels her bump kicking

2. Ormoni, emozioni e annunci durante la gravidanza

Quando scopri di essere incinta, emergono tantissime emozioni e sensazioni. È del tutto naturale. Detto ciò, è importante capire cosa si prova e come affrontarlo. 

Cosa provi a essere incinta

Non c'è dubbio: l'arrivo del piccolino ti riempirà di gioia. Questa non è affatto una sorpresa. Ma provare emozioni diverse è altrettanto normale. Potrebbe essere dovuto agli ormoni della gravidanza, ma è anche una reazione naturale a un evento del genere.

È perfettamente normale per tutti i genitori, sia mamme che papà, sentirsi nervosi, ansiosi, timorosi e incerti. Ti preoccuperai sicuramente di cosa hanno in serbo per te i prossimi nove mesi (e oltre), anche se non si tratta della tua prima gravidanza.

Ciò che importa è condividere queste emozioni. A prescindere da quello che provi, parlane con il tuo compagno, i tuoi amici, la tua famiglia, ma anche con il medico e l'ostetrica. Esprimendo le tue emozioni, potrai tenerle meglio sotto controllo.

Per ulteriori consigli, consulta la guida del sistema sanitario britannico sulla salute mentale durante la gravidanza.

Ormoni della gravidanza

Quando sei incinta, gli ormoni prendono il sopravvento. Ti capita di piangere per una pubblicità di assicurazione auto e, l'indomani, di pubblicare foto su Instagram come se nulla fosse successo. La gravidanza riunisce tutti gli alti e bassi del tuo umore.

Gli ormoni maggiormente coinvolti nella gravidanza sono:

  • Ossitocina
  • Prolattina
  • Progesterone
  • Relaxina
  • Gonadotropina corionica umana

Ciascuno di essi ha un effetto diverso su te stessa e sul tuo organismo per aiutarti ad affrontare i cambiamenti che stai attraversando e promuovere lo sviluppo del bambino. Non c'è nulla da temere e basta studiarli per comprendere meglio a cosa sta andando incontro il tuo corpo.

La guida agli ormoni della gravidanza della NCT è particolarmente utile.

A man and a woman research pregnancy on their laptop

3. Ricerca e annunci durante la gravidanza

Dopo aver dato inizio alle visite mediche e a cominciare a provare le sensazioni di una madre in attesa, il prossimo passo prevede che ti prepari al lieto arrivo e informi le persone a te care. 

La ricerca

La gravidanza richiede innumerevoli ricerche. Mentre alcune ti faranno sentire meno intimorita in merito alla lieta attesa, al parto e a tutto il resto, altre aree ti porteranno a sviluppare la tua vena creativa.

Se, mentre attendi l'arrivo del tuo piccino, vai alla ricerca del passeggino o seggiolino auto più idoneo, potrai concentrarti su attività pratiche e specifiche che manteneranno la tua mente occupata. Programmare la cameretta e soddisfare il tuo istinto di nidificazione non solo ti aiuta a trasformare la casa in un ambiente accogliente e ideale per il bambino, ma ti permette anche di concentrarti su un progetto divertente mentre attendi di partorire.

Le informazioni disponibili sono svariate e anche noi offriamo consigli su come reperire tutti gli articoli essenziali. Consigliamo soprattutto di ricorrere a fonti fidate per ottenere una panoramica più chiara su cosa aspettarsi.

Comunicare la gravidanza

È ovvio: se sei in preda alla gioia, la prima cosa che vuoi fare è gridarlo ai quattro venti. E nessuno può contraddirti, ma non sei obbligata a condividere la bella notizia se non sei pronta.

Molti genitori aspettano fino all'ecografia della dodicesima settimana. Questo primo 'incontro' con il loro piccino, quando possono accertarsi che sia tutto a posto, funge da semaforo verde per il grande annuncio ufficiale. Tuttavia, molti rimandano a una data successiva e anche questa scelta è perfettamente accettabile.

Questo è il tuo cammino e, anche se non sarai in grado di tenere tutto sotto controllo, potrai scegliere quando e dove comunicare la notizia agli altri. Scegli il momento che ritieni più idoneo. Non importa se sia un annuncio programmato o una cosa spontanea, ciò che conta è che sarai tu a decidere.

Riepilogo

Benché ciascuna esperienza di gravidanza sia soggettiva, vale la pena ricordare che non sei l'unica ad averla vissuta. Parla con altre mamme e papà che conosci, fatti un'idea di cosa hanno provato e scopri quali sorprese e ostacoli hanno dovuto affrontare. Più sai, più potrai prepararti meglio al lieto arrivo. 

Tutto qua. Questa è la gravidanza in sintesi. Sappiamo bene che un solo blog non potrà rispondere a tutte le tue domande o a risolvere tutte le tue preoccupazioni, ma ci auguriamo che sia un ottimo punto di partenza. Offriamo moltissimi altri blog con tanti consigli, quindi non dimenticare di controllare questa pagina regolarmente. 

Ti potrebbe anche piacere